Anche l’U10 alla giornata del Minirugby lombardo

Grande festa domenica 02 giugno a Gussago, che ha ospitato le partite della categoria U10 per la festa del Minirugby lombardo.
Ben 33 le formazioni presenti, suddivise in 8 gironi.
Una mattinata soleggiata e (finalmente…) molto calda, vede i giovani atleti affrontarsi su un terreno perfetto, la cui erbetta verde faceva da sola venir voglia di giocare a Rugby!
E di certo la voglia e la determinazione non sono mancate in nessuno fra le centinaia di piccoli rugbisti che si sono affrontati a viso aperto in incontri entusiasmanti, incoraggiati dai numerosissimi genitori, parenti e amici vari presenti a bordo campo.
I nostri cinghialotti affrontano prima il Crema Rugby, poi Abbiategrasso-Corbetta e quindi la Bassa Bresciana Rugby. Soprattutto gli ultimi due incontri si rivelano molto impegnativi e, pur giocando discretamente, dobbiamo cedere davanti a formazioni che si dimostrano tecnicamente e atleticamente di ottimo livello, oltre che molto “ben messe” a livello fisico. I nostri tuttavia si difendono bene e spesso riescono a spiazzare le difese avversarie, per cui ne vengono fuori incontri molto belli e combattuti, nei quali i cinghialotti danno tutto quel che possono, uscendo dal campo stanchi morti ma comunque a testa alta.
Tutti dimostrano di essersi divertiti molto, e questo è sempre la cosa più importante, a maggior ragione in una giornata dedicata alla festa del Minirugby, dove l’aspetto agonistico occupa una posizione assolutamente marginale.
Un ringraziamento speciale ai padroni di casa per un’accoglienza ed un’organizzazione davvero impeccabile, nonostante i numeri senz’altro impegnativi!

E con questa bellissima giornata di festa un’altra stagione si avvia alle battute finali: per i nostri cinghialotti si è trattato senz’altro di un anno ricco di esperienze, di amicizie e di divertimento; presto ritroveranno vecchi compagni e ne conosceranno di nuovi, imparando dagli anziani e diventando esempio per i giovani. Soprattutto, giocando a Rugby, ciascuno di loro farà proprio il rispetto delle regole, dei compagni e degli avversari, crescendo come persona prima ancora che come atleta.

Buon Rugby a tutti!

(Marco C.)