Grande secondo posto per gli Old al torneo di Monza

Per il terzo anno consecutivo partecipiamo sabato 14 ottobre al torneo di Monza – Memorial Poletti, sempre molto avvincente grazie al numero di squadre partecipanti ed al loro buon livello.
Il programma, rivoluzionato all’ultimo momento, vede due gironi da 5 squadre: nel nostro ci sono i padroni di casa del Monza, gli Allupins di Prato, e le due milanesi degli Old Blacks e dei Dragold.
La prima partita ci vede subito affrontare il Monza, giochiamo ordinati in difesa e cerchiamo di impostare il nostro gioco in attacco. Purtroppo sul primo pallone giocato al largo il nostro Lobo, oggi schierato secondo centro, dopo aver trovato un bel buco nella difesa avversaria viene recuperato dalla difesa monzese e si infortuna alla spalla nella caduta. Auguri di pronta guarigione a lui, ti aspettiamo al più presto in campo!
La partita procede comunque piacevole e con un buon ritmo, e troviamo la meta grazie ad una penetrazione di Fred che ricicla per Gianluca, puntuale a farsi trovare in sostegno e a depositare oltre la linea. Controllliamo poi senza particolare apprensione la reazione dei padroni di casa.
Neanche il tempo di uscire dal campo e subito rientriamo per affrontare gli Old Blacks: i milanesi ci mettono come al solito in difficoltà grazie al loro gioco fisico e veloce ma riusciamo a difendere bene e il match termina sullo 0-0.
La terza partita ci vede conoscere dei nuovi amici, non avevamo mai trovato prima gli Allupins, ne esce un incontro piacevole che portiamo a casa grazie alle mete di Viking e Cisco.
Dopo una lunga sosta ultima partita della fase a gironi con i Dragold del Parco Sempione: sono la squadra che decisamente ha fatto più progressi negli ultimi anni, e si scatenano subito con la velocità dei loro giovani trequarti (sempre old, chiaro, ma un po’ meno old della media). E’ proprio grazie al loro centro che trovano una bella meta nei primi minuti, noi non riusciamo a reagire, giochiamo disordinati e confusi e rischiamo di incapare nella prima sconfitta della giornata. Alla fine strappiamo un pareggio, grazie ad un’invenzione di Cisco che sfrutta al meglio l’ultimo pallone dell’incontro con un lungo passaggio per Satana, che accelera, esula tre tentativi di placcaggio e deposita in meta.
Finita la fase a gironi, la classifica ci vede al primo posto: in finale affronteremo le temibili Orche di Recco, già vincitori lo scorso anno in una finale al cardiopalma con i bresciani dell’Oltremella. Tutti noi ricordiamo quella partita come la più bella a cui abbiamo assistito a livello Old, ed il rispetto nei confronti dei liguri è grande.
Entriamo in campo molto motivati per fare il nostro gioco, ma veniamo da subito schiacciati nei nostri 22; difendiamo con orgoglio e dedizione la nostra linea di meta per tutto il tempo regolamentare e per più di 10 minuti nell’extra-time prima di subire la meta che mette fine al torneo.
A Recco il trofeo per il secondo anno consecutivo, ed è giusto così, a noi la soddisfazione di aver dato tutto quello che potevamo.
Alla prossima!
articolo Guido Martinelli
Foto S. Pancaldi – E’ Rugby