U14: nel finale Como ha la meglio su Lecco

5 Maggio 2018. Una partita tesa ed equilibrata quella giocata sabato contro il Lecco, caratterizzata da un’alternanza di errori e splendide giocate. Da una parte il Lecco si è presentato con alcuni ottimi giocatori (quelli che poi sono andati in meta) ma ha anche sbagliato molto; da parte sua il Como ha avuto un avvio un po’ incerto, incassando delle mete francamente evitabili, salvo poi riprendersi nel finale ed andando a vincere in rimonta, come accade da alcune settimane a questa parte.
Ma veniamo alla cronaca della giornata, iniziata con un minuto di silenzio in memoria di Rebecca Braglia, la 18enne rugbista degli Amatori Parma, morta dopo aver riportato un trauma cranico in un placcaggio, domenica scorsa.
Al terzo minuto Tappo fa la sua solita giocata: calcio in avanti con Luis che scatta, prende la palla e vola in meta, trasformata da Alberto. 7 – 0 per Como
8° minuto: con il Como immobile, un giocatore del Lecco attraversa il campo in solitaria e va in meta. Con la trasformazione il punteggio torna in parità.
13° minuto: Luis intercetta un calcio del Lecco e va in meta, niente trasformazione, 12 – 7 per CO.
15° minuto: sugli esiti di una touche per il Como, la palla finisce tra le mani dei giocatori lecchesi ed è meta (trasformata), Lecco in vantaggio.
24° minuto: azione di forza del Como nella zona dei 5 metri, con palla persa e riconquistata più volte. Alla fine Tappo ha la meglio, riesce a sgusciare tra gli avversari e va in meta. Niente trasformazione.
Il primo tempo si chiude col Como in vantaggio per 17 – 14.
5° del secondo tempo: meta del Lecco. La trasformazione da posizione angolata e da lunga distanza colpisce clamorosamente il palo! Il lecco torna in vantaggio per 19 -17.
7° minuto: un giocatore del Lecco attraversa il campo in solitaria. Luis insegue ma non riesce a placcare ed è meta, trasformata dall’ottimo “calciatore” lecchese. Il Lecco allunga: 26 – 17.
13° minuto: azione solitaria di Tappo che arriva quasi in meta prima di scontrarsi contro un muro di avversari. Un attimo prima di essere placcato, passa all’ottimo Irlanda, in sostegno, che raccoglie la palla e va in meta. Niente trasformazione da posizione angolata, il Como accorcia le distanze 26 – 22
18° minuto: palla rubata e Tappo scappa in meta. Alberto trasforma ed il Como torna in vantaggio 26 -22
23° minuto: Irlanda ancora in meta e Alberto trasforma.
La partita finisce col Como vincitore per 36 a 26. Come dicevamo abbiamo assistito ad una partita equilibrata, risolta da un forcing del Como che è riuscito a dilagare nei minuti finali, mentre alcuni giocatori chiave del Lecco sembravano aver finito la benzina.
Menzione speciale per Leo, che giocando da appena di un anno, riesce a rendersi protagonista in molte azioni di gioco e placca senza paura.
R. Poloni