Spartane: un finale che poteva essere migliore

Ultimo impegno per la seniores femminile che chiude la stagione ufficiale con la “Festa finale Coppa Italia femminile” in quel di Rovato. Il tabellone prevede 5 partite da disputare: la prima con Calvisano e, a seguire, Tortona, Formigine, Stezzano/Tradate e per ultime le padrone di casa.
Giornata non troppo felice in quanto a fine torneo risultano vinte solo le partite con Tortona e Rovato per 28 a 17 e 22 a 17, una pareggiata con Formigine 14 a 14 e due sconfitte con Calvisano e Stezzano/Tradate per 29 a 7 e 28 a 19.
La mancanza di concentrazione e di lucidità durante le partite non ha permesso di esprimere le solite qualità delle ragazze, anche nella fase difensiva si è visto qualche errore di troppo. Da sottolineare comunque la più che buona prestazione di Maisana e come sempre la grinta e combattività di Castelli.
Quest’ultima giornata sicuramente non rovina l’ottima stagione delle nostre ragazze, ma l’amaro in bocca è dato proprio da questo: si poteva e forse si doveva fare sicuramente meglio. Le soddisfazioni non sono certo mancate durante l’anno: sono ben 4 le tappe portate a casa di Coppa Italia, a cui si aggiungono spesso piazzamenti al 2° o al 3° posto; durante l’anno le ragazze hanno sempre dimostrato grinta e voglia di combattere invidiabili. Si sono adattate ai nuovi ruoli e alle defezioni che ci sono state rispetto alla stagione precedente; le nuove leve si sono subito messe a disposizione per le partite senza esitazioni.

La rosa non è mai stata amplissima e forse è stato questo uno dei motivi di forza: l’essere poche ma buone.Atlete presenti: Boghi (cap), Canta, Castelli, Cattoni, De Bernardin, De Nobili, Maisana, Minazzato, Orsenigo, Riva e Veronesi
Woman of the Match: Castelli

(Alessandro Zuppati)